Cliccare qui: Ecobonus

Prorogato a tutto il 2017!!

Per poter usufruire del Bonus mobili 2017, gli acquirenti dovranno presentare specifica documentazione che attesti la compravendita all’Agenzia delle Entrate.
  

Quindi, per usufruire del Bonus mobili bisognerà conservare i documenti che attestino il pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente) e le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.
  

Nel bonifico occrre inserire i seguenti dati:

  • Causale: Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986;
  • codice fiscale del destinatario della detrazione;
  • numero di partita Iva o codice fiscale del destinatario del bonifico (rivenditore).
     

L’Agenzia ha specificato recentemente che sono ammessi al Bonus mobili anche i pagamenti effettuati tramite carta di credito o bancomat. Nella fattura emessa dal rivenditore, è necessario siano specificati codice fiscale dell’acquirente e la natura dell’acquisto, ovvero la quantità e la qualità dei beni acquistati.
In mancanza dei dati dell’acquirente, il Bonus mobili potrà essere usufruito, a condizione che lo scontrino riporti la natura, la qualità e la quantità dei beni acquistati e sia riconducibile al contribuente titolare della carta.
In questo caso, per usufruire del Bonus mobili, lo scontrino del pagamento dovrà indicare, tra i dati del pagamento, quelli dell’esercente, la data e l’ora dell’acquisto con il relativo importo.
L’Agenzia delle Entrate ha inoltre specificato quali sono i documenti da presentare in caso di acquisto tramite carta di debito o credito: oltre all’importo dell’acquisto, sarà necessario conservare e presentare anche la ricevuta di avvenuta transazione.
Non sono invece ammessi al Bonus mobili gli acquisti effettuati tramite assegno bancario, contanti, o altri mezzi di pagamento.